Intralipoterapia

Liposuzione non chirurgica

E' una tecnica di infiltrazione di soluzioni iniettabili in grado di determinare la lisi degli adipociti. Viene associata ad un protocollo preciso che stabilisce posologia, cadenza delle sedute oltre che una specifica modalità di infiltrazione nel tessuto sottocutaneo.

L'intralipoterapia, messa a punto dal Prof. Pasquale Motolese nel 2003, rappresenta, al momento, la tecnica più efficace e condivisa per il trattamento non chirurgico delle adiposità localizzate in tutti quei soggetti che non intendono sottoporsi ad intervento chirurgico di lipoaspirazione.

aqualix-698x300.jpg

aqualyx

E' una soluzione microgelatinosa che non contiene fosfatidilcolina ma un mix di principi attivi in grado di ridurre il volume del tessuto adiposo. Il suo utilizzo è strettamente riservato ai medici che hanno acquisito una specifica formazione nell'utilizzo della tecnica dell'intralipoterapia

 

Zone che si possono trattare :

  • Addome

  • Fianchi

  • Ginocchia

  • Braccia

  • Doppiomento

  • Interno cosce

  • Pseudoginecomastia 

 

Infiltrazione avviene tramite appositi aghi specificamente studiati per questo tipo di trattamento. La modalità di infiltrazione richiede pochissimi punti di accesso.

Anestesia non è necessaria perchè il trattamento è assolutamente indolore.

41a37b050c9ee9a817acf0f28bec9182.jpg
bellaestetiquecinturaimg01.jpg
bellaestetiquecinturaimg01.jpg

post trattamento

Dopo l'infiltrazione non si osserva il solito arrossamento dell'area trattata in quanto non vi è coinvolgimento del piano dermico nell'azione del farmaco. Generalmente gli effetti delle soluzioni una volta iniettati nel sottocutaneo determinano, nella maggiorparte dei pazienti una lieve sensazione di bruciore, talvolta descritta come formicolio che dura pochi minuti.

 

Nei  giorni successivi alla seduta si assiste alla formazione di un edema (gonfiore) che scompare in alcuni giorn più o meno associato un indolenzimento dell'area trattata anch'esso di breve durata.  

E' consigliabile utilizzare calze a compressione graduata (almeno 70 DEN).

Eseguire un linfodrenaggio ad una settimana dalla seduta e cercare di seguire un regime alimentare dissociato la cui strutturazione ti verrà consigliato dal medico a seconda del caso.

 

Le sedute prescritte sono generalmente variabili da 4 a 10, con cadenza trisettimanale o mensile. Tale frequenza può essere variata dal medico sulla base di variabili cliniche personali.